“Nasce a Milano nel lontano 1898, il prossimo anno compirà 120 anni. E’ un Associazione laica, senza matrici politiche e religiose, che dalla fine dell’Ottocento distribuisce generi alimentari alle persone bisognose. Inizialmente si donava solo pane, l’alimento base per eccellenza, partendo dal presupposto che proprio il pane non dovesse mai mancare sulla tavola di nessuno. Da allora l’Associazione si è evoluta, sono stati integrati alimenti di vario genere ed il nostro obiettivo è quello di soddisfare l’intero fabbisogno calorico di una giornata.

In genere vengono distribuiti 300/350 grammi di pane, un litro di latte, yogurt, formaggi e talvolta anche salumi, frutta e verdura in grande quantità e spesso anche pasta, riso, olio e dolciumi di vario genere.

Nelle nostre due sedi, una di Viale Toscana 28 e l’altra di Viale Monza 335, assistiamo circa 3.500 persone al giorno con punte di 4.000 il Sabato mattina dove, a seguito della chiusura di tante scuole, si rileva un’affluenza più importante perché tanti Ospiti vengono con i bambini che possono beneficiare di una razione pari a quella di un adulto.

Il nostro motto così recita: Fratello, Sorella nessuno qui ti domanderà chi sei né perché hai bisogno, né quali sono le tue opinioni. Ciò per significare che non vogliamo prevaricare la dignità di coloro i quali si mettono ordinatamente in fila in attesa di ricevere l’anelato contributo.

Rispetto a circa 10/15 anni fa, laddove i nostri Ospiti erano poco più di un terzo rispetto a quelli attuali, si rilevavano circa un 90% di persone extracomunitarie, oggi, purtroppo, rileviamo una presenza importante di cittadini Italiani che si aggira attorno al 35 – 40%. Il target dei cittadini Milanesi è per lo più costituito da quella fascia di popolazione più debole che è rappresentata da persone anziane che non arrivano alla fine del mese con la loro pensione. Le cause di ciò sono tra le più variegate, tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, si possono ricondurre alla crisi di questi ultimi anni piuttosto che alla perdita del potere di acquisto di beni di primaria necessità.

Tutti gli alimenti che vengono distribuiti sono donati direttamente dalle Aziende produttrici con le quali intratteniamo rapporti da parecchi anni, che ci aiutano e ci sostengono con l’elargizione gratuita di alimenti prodotti in sovrabbondanza piuttosto che prossimi alla scadenza.

Grazie a questo prezioso ed imprescindibile contributo riusciamo quasi sempre nell’intento di soddisfare le esigenze nutrizionali dei nostri Ospiti. Un imprescindibile aiuto senza il quale non potremmo fare fronte alle attuali esigenze, se consideriamo infatti un valore medio della nostra razione, che orientativamente varia tra i 27 – 35 euro, considerate le 850.000/900.000 razioni che distribuiamo in un anno, si desume che il valore commerciale delle merci distribuite si riferisce ad una somma totale tra i 25 – 30 Milioni di euro su base annua.

La nostra Associazione, per certi versi, è diventata anche un centro di aggregazione. Basta osservare tutte le mattine la lunga fila di Ospiti che si snoda a perdita d’occhio nell’oppressiva frenesia della circonvallazione esterna, si vedono sfilare giovani e anziani, italiani e stranieri, uomini, donne e bambini, centinaia di volti diversi ma tutti uguali nella sfortuna e nel bisogno. Persone che si rivolgono a noi, persone che vivono nella città, ne fanno parte, ma ne subiscono i repentini cambiamenti in maniera troppo spesso negativa. Pensionati il cui costo della vita è diventato insostenibile, disoccupati che non riescono a rientrare nel mondo del lavoro, uomini e donne venute da lontano in cerca di migliori opportunità presenti nella città, ma alla quale devono ancora adattarsi. Per persone come loro, Pane Quotidiano rappresenta una speranza di vita.

Anche per questi motivi Pane Quotidiano ha scelto di partecipare a Milano Food City, un evento voluto dal Comune di Milano per sensibilizzare i cittadini sul problema della povertà alimentare, incentivare la lotta agli sprechi e promuovere i valori della solidarietà e della beneficenza tra musica e spettacolo. La riteniamo un’occasione unica per sensibilizzare l’opinione e i cittadini sulla drastica situazione che ci vediamo costretti ad affrontare quotidianamente. Milano Food City è un’occasione che non va persa perché insieme possiamo fare tanto per chi è in difficoltà”