L’INIZIATIVA SOLIDALE #PIUSIAMOPIUDONIAMO E’ STATA UN SUCCESSO. DURANTE LA MILANO FOOD CITY SONO STATE RACCOLTE  PIU’ DI 15 TONNELLATE DI CIBO NEL SEGNO DELLA SOLIDARIETA’: PIU DEL DOPPIO DELLO SCORSO ANNO.

Per il secondo anno consecutivo Pane Quotidiano, l’Associazione che porta avanti con passione da 120 anni l’obiettivo di assicurare ogni giorno, gratuitamente, cibo alle fasce più povere della popolazione, distribuendo generi alimentari e beni di conforto , ha partecipato a Milano Food City e all’iniziativa solidale #piusiamopiudoniamo, per sensibilizzare i cittadini sul problema dello spreco e promuovere i valori della solidarietà.

#piusiamopiudoniamo ha riscosso un enorme successo. Grazie al coinvolgimento dei cittadini che si sono pesati sulle numerose bilance distribuite nella città, sono state raggiunte le 15,2 tonnellate di alimenti (l’anno scorso erano state 7).

Il tour solidale che ha preso il via, lo scorso 7 maggio in piazza XXV Aprile, con la presenza del Sindaco Beppe Sala e dell’Arcivescovo Mario Delpini che insieme ai volontari di Pane Quotidiano, Banco Alimentare, Caritas Ambrosiana e Croce Rossa, in rappresentanza delle altre decine di organizzazioni che in città si fanno carico della raccolta e distribuzione di cibo, hanno invitato tutti i milanesi a pesarsi a gruppi, a coppie o  da soli.

“Per il secondo anno consecutivo abbiamo deciso di aderire a Milano Food City e all’iniziativa benefica #piusiamopiudoniamo perchè rappresenta un’opportunità unica per sensibilizzare i cittadini, le aziende e le istituzioni sul problema della povertà alimentare, incentivare la lotta agli sprechi e promuovere i valori della solidarietà e della beneficenza.” Così spiega Luigi Rossi, vicepresidente di Pane Quotidiano Onlus che prosegue, “Quest’anno ricorre il 120° anniversario dell’associazione e da sempre assistiamo le persone che si mettono in fila per ricevere cibo e generi  alimentari nelle nostre due sedi in Viale Toscana e in Viale Monza a Milano. Oggi assistiamo circa 3.500/4.000 persone al giorno. I numeri sono diventati sempre più importanti a causa della crisi economica che negli ultimi anni ha colpito soprattutto la classe media, creando una nuova categoria di poveri (pensionati, divorziati, famiglie monoreddito, cassaintegrati) che si è aggiunta a chi versava già in condizioni di indigenza.

Milano Food City è stata un’occasione unica che ha visto il coinvolgimento di tutta la cittadinanza in un gesto simbolico che ha permesso di raggiungere un traguardo straordinario” conclude Luigi Rossi.

 

Clicca su questo link per scaricare il Comunicato stampa ufficiale.